Subsonica @ Rock in Roma – 2015

Kick Agency, Roma, Produzione Eventi, Gestione Eventi, The Base, Subsonica, Rock in Roma

20 Luglio 2015

Un live sentito, coinvolgente, in grado di riunire un paio di generazioni almeno, accomunate dall’amore per i ritmi elettro-rock e le liriche schiette.

(Foto di Luigi Orru)

“15.000 persone sono accorse presso l’Ippodromo delle Capannelle per assistere all’atteso show dei Subsonica, che stanno portando in tour non solo i brani del loro ultimo disco “Una nave in una foresta” ma anche i loro pezzi storici, regalando al pubblico due ore di concerto tutto da ballare. Sono le 22.22 quando Samuel e soci salgono sul palco e attaccano con il loro classico “Colpo di Pistola” e la divertente “Lazzaro“; con un intro cosi il pubblico va in palese estasi e capiamo subito che stiamo per assistere ad un live carico di energia.”
www.qubemusic.it

“Un scaletta a ritmi sostenuti ma ben strutturata, in cui si raggiunge l’equilibrio perfetto tra brani recenti e datati. Due ore piene di concerto, interrotte solo da poche parole di Samuel, che non smetterà mai di saltare e ballare, come agli esordi, ma con quasi 20 anni di carriera alle spalle. Chiudono il concerto, sfiniti quanto noi, e rimangono su, a guardarci, salutarci, ringraziarci. Un live sentito, coinvolgente, in grado di riunire un paio di generazioni almeno, accomunate dall’amore dei ritmi elettro-rock e le liriche schiette dell’underground torinese.”
www.radioliberatutti.it

“Altra cosa evidente è che i Subsonica sono una delle migliori band italiane da vedere live: nonostante il caldo soffocante e con un pubblico abbastanza cospicuo sono riusciti a coinvolgere l’intero Ippodromo. Che si tratti di saltare, di battere la mani o di cantare al posto di Samuel, pochi si sottraggono ai compiti richiesti, grazie a una grande energia che viene dal palco dove i Subsonica tutto fanno tranne che risparmiarsi.”
www.loudvision.it

“Il live è stato un puzzle di canzoni dove s’incastravano alla perfezione i brani: da quelli nuovissimi rubati per l’occasione dall’ultimo album Una Nave in una Foresta, a quelli storici del gruppo capaci di far cantare a squarciagola tutti e 15 mila gli spettatori. I pezzi si susseguono sempre più energici e pulsanti, hanno il dono di far ballare e scatenare tutti. Il gioco di parole è d’obbligo e il pensiero è fulmineo, quando parte Discolabirinto ci si accorge che effettivamente il parterre si è trasformato in una discoteca a cielo aperto dove ciascuno spettatore è libero di ballare a tempo di musica, di perdersi nel mare delle luci bianche e di tentare di vedere il suono della musica.”
www.romadaleggere.it

– Powered by Kick Agency

Cliente: The Base