Damien Rice @ Auditorium Parco della Musica – 2015

Kick Agency, Roma, Produzione Eventi, Gestione Eventi, The Base, Damien Rice, Auditorium Parco della Musica

25 Luglio 2015

Damien Rice sa accompagnarsi e non ha bisogno di nessuno: in lui vive una vera e propria orchestra, riempie il palco e lo fa suo con la naturalezza di chi è nel proprio ambiente.

(Foto di Musacchio & Ianniello)

“Ieri Damien Rice ha suonato alla Cavea dell’Auditorium Parco della Musica di Roma, in un concerto sold out e molto atteso. Damien, infatti, ha già suonato nella stessa location due volte, nel 2007 e nel 2012, entrambe le volte due concerti speciali. Nel 2007 era un concerto full band, durante il tour promozionale di 9. Nel 2012 un tour “estivo”, quasi una vacanza italiana, con Damien da solo sul palco e un lungo set acustico tra i fan dopo il concerto vero e proprio. Il concerto di ieri si è rivelato simile a quello del 2012: Damien sul palco è da solo, ma finisce la serata circondato da decine di persone su un prato poco fuori l’Auditorium. Si passa da canzoni chitarra e voce, all’harmonium di Trusty and True, a loop infiniti e canzoni in versione estesa, ad una Volcano senza amplificazione suonata con tutto il pubblico sul palco.”
www.ninecrimes.it

“Ci regala lunghi finali ad ogni canzone dove le sue doti di polistrumentista si intrecciano alla sua capacità di vivere la solitudine sul palco esorcizzandola come solo un “one man band” sa fare. Questo ragazzo sa accompagnarsi e non ha bisogno di nessuno, in lui vive una vera e propria orchestra, riempie il palco e lo fa suo con la naturalezza di chi è nel proprio ambiente. Ci rapisce con le sue parole e la sua musica al punto che ci lascia increduli quando abbandona per qualche minuto la scena, è già arrivato il momento dell’encore. Tutti aspettiamo il suo ritorno sulla scena continuando a battere incessantemente le mani, ed eccolo che torna, il pubblico del parterre si avvicina, si siede a terra e come intorno ad un falò ascoltiamo la sua Colour Me In. Il gesto spontaneo degli uditori viene accolto da Rice con affetto e ci regala una splendida The Blower’s Daughter (indimenticabile colonna sonora del film “Closer” di Mike Nichols) che l’Auditorium canta con lui in un’unica voce, in un grande abbraccio.”
www.qubemusic.it

– Powered by Kick Agency

Cliente: The Base