Negramaro @ Palalottomatica – Roma 2015

Negramaro, 26 – 27 – 29 novembre 2015

“La Rivoluzione Sta Arrivando Tour” dopo aver conquistato le maggiori città italiane arriva nella capitale e fa tris di sold out.

Il ritmo adrenalinico e coinvolgente di Giuliano Sangiorgi e della sua band approda al Palaeur per proporre vecchi e nuovi successi del gruppo rock salentino.  Il nuovo album “La Rivoluzione sta arrivando”, uscito lo scorso 25 settembre, già certificato Disco di Platino, è ora ispirazione della tournée che sta attraversando l’Italia e che nella tappa romana ha guadagnato ben tre sold out.

“Quello che i Negramaro propongono sul palco per questo tour è uno spettacolo che unisce video e audio: la musica convive con le proiezioni video e con gli effetti speciali, e tutto lo show è centrato proprio sul connubio tra l’aspetto visivo e quello uditivo. La band ha realizzato una serie di proiezioni video che sono ispirate ai fumetti disegnati dal bassista Ermanno Carlà per il booklet di “La rivoluzione sta arrivando”, composte da avatar e mapping 3d, appunto, per una produzione notevole per un impatto scenografico da non sottovalutare: tutto il concerto è strutturato come una storia (un film) che ha una propria trama con un inizio, un momento centrale e una fine. I Negramaro, a bordo della loro navicella spaziale, ritornano sulla Terra, ma il Pianeta è ormai cambiato: a guardare le proiezioni video, sembrerebbe l’ambientazione di qualche romanzo distopico, con città fredde e ipertecnologiche. Qui, Giuliano, Lele, Ermanno, Danilo, Andrea e Pupillo, i “rivoluzionauti”, tenteranno di portare la loro piccola rivoluzione.

L’aspetto più interessante, a livello di suono, riguarda il lavoro sugli arrangiamenti: i Negramaro hanno sì ripescato diversi brani dei loro precedenti dischi, ma lo hanno fatto riarrangiandoli, rivisitandoli in chiave inedita. “Nuvole e lenzuola” e “Mentre tutto scorre”, ad esempio, passano da una hit pop rock ad pezzi electro-rock, con un finale dubstep; la stessa “L’ultimo bacio”, nel cui arrangiamento originale è insito un accenno di musica nera, diventa un’appassionata ballata blues.

Il finale del racconto cita un dialogo del film d’animazione “Walking life”, di Richard Linklater, datato 2001: “Hey sei un sognatore?”, dice un pappagallo rosso, proiettato sul telo che copre il palco, “ormai non se ne vedono più. E’ un periodo duro per i sognatori. Dicono che il sogno è morto, che non si sogna più. Ma è stato solo dimenticato. Rimosso dal nostro linguaggio. Nessuno lo insegna così nessuno sa che esiste. Il sognatore è confinato nell’oscurità. Io cerco di cambiare tutto questo. E anche tu. Ogni giorno. Sognando con le mani. Sognando con la mente. Il nostro pianeta deve affrontare i problemi enormi di sempre.Perciò non annoiarti mai.”

Mattia Marzi per www.rockol.it

 

“Il ciclone Negramaro è arrivato a Roma. Accolta da un freddo polare, la miglior band italiana ha confezionato ieri sera a Roma il primo dei tre show di un tour che li sta portando nei palazzetti di tutta Italia e che sta conquistando sempre più, tappa dopo tappa, il pubblico. Un pubblico che ha sfidato il gelo per essere puntuale alla prima delle tre date al Palalottomatica dopo l’uscita del nuovo disco di inediti “La rivoluzione sta arrivando”. Un titolo evocativo che torna spesso nelle due ore di concerto. Lo vedi quando Giuliano si inginocchia con la chitarra elettrica davanti al suo pubblico, quella chitarra che, lo ha raccontato lui stesso, ha imparato a suonare da ragazzo dopo che il papà gliela regalò. Padre a cui è dedicata ‘lo sai da qui’. Il problema è che il concerto dei Negramaro non ha proprio soste e quando pensi che stia andando da una parte ti sorprende pescando dalla memoria un “Cade la pioggia” che è uno dei capolavori della musica italiana e che Sangiorgi scaglia contro “questa guerra inutile”. C’è spazio per gli assoli di tutti i musicisti, per Giuliano al pianoforte in mezzo al pubblico prima di un “Ti è mai successo” introdotto dal testo di Waking Life di Linklater. Poi si torna ad atmosfere quasi hard rock con “Via le mani dagli occhi” e il superfinale con “Parlami d’amore e “Mentre tutto scorre”. La festa è finita, i Negramaro abbracciano il pubblico del Palalottomatica entusiasta come dopo la fine di una vittoria ai Mondiali.”

Adnkronos per www.adnkronos.com

 

“Non deludono mai. Ascoltare i Negramaro è sempre un piacere e i fan lo sanno bene. In migliaia ieri sera hanno riempito il Palalottomatica in occasione del primo dei tre live che la band pugliese ha in programma nella Capitale. Quello dei Negramaro è stato un vero e proprio omaggio alla musica e a tutti coloro che sono accorsi per cantare insieme, vecchi e nuovi successi. Giuliano e compagni, hanno offerto al pubblico due ore di grande divertimento, alternando magistralmente momenti di puro rock ad alta energia, a brani più intimi e intensi. Dopo aver aperto con “Sei tu la mia città”, i Negramaro hanno proposto ai presenti alcuni brani del nuovo album “La rivoluzione sta arrivando” per poi fare un passo indietro nel tempo e tornare a cantare successi come “Sei”, “Parlami d’amore” e “Mentre tutto scorre”. Le parole e i testi delle canzoni cambiavano ma il coro del Palalottomatica era sempre quello: unico e forte, pronto a rispondere ad ogni chiamata di Giuliano Sangiorgi.”

www.diregiovani.it

 

-Powered by Kick Agency-

 

 

Cliente: The Base