Meno Uno-Matera 2019 @ Matera

Kick Agency per Matera 2019

Meno Uno – Matera Città della Cultura 2019

Matera, 19-20 gennaio 2018

“Meno Uno” è una grande festa di comunità che, a un anno esatto dalla cerimonia d’apertura di Matera 2019, avvierà il conto alla rovescia verso l’anno da Capitale Europea della Cultura.

“Meno Uno è stato promosso da ” Fondazione di Partecipazione Matera-Basilicata 2019, il cui progetto completo è disponibile sulla pagina Facebook “Matera 2019”.

Il 19 e 20 gennaio tutta la cittadinanza è stata chiamata ad unirsi al cantiere culturale di Matera 2019,  collaborando alla costruzione di un’enorme architettura in cartone, ideata dall’artista visivo Olivier Grossetête,

La grande architettura in cartone di oltre 1000 chili, è stata costruita grazie alla collaborazione di tutti i cittadini. Mattone dopo mattone, tutta la popolazione ha fatto si che la struttura potesse arrivare fino a 19 metri di altezza. 

Una festa prodotta con la partecipazione di tutti

19 metri di altezza, 17 di larghezza e 14 di profondità. Sono le misure della struttura di Olivier Grossetete che è stata costruita in piazza Vittorio Veneto, in occasione della festa “Meno uno”. 

“Meno Uno” è stato, infatti, un progetto profondamente sentito e partecipato da tutti, adulti e bambini, che ha contribuito a rafforzare il senso di comunità locale.

Nelle due giornate sono affluite in Piazza Vittorio Veneto oltre 6000 persone. Sono state raggiunte punte di 3500 persone durante i momenti più spettacolari.

In particolare, nella giornata del 19 si è svolta la scalata della grande struttura da parte del climber Antoine Le Menestrel, sonorizzata da Max e Ninja dei Subsonica.  

Difatti, lo spettacolo ha affascinato il pubblico con giochi di luci e di ombre studiati sui ritmi della musica diffusa nella Piazza. 

La performance è stata raffinata e “leggera”, un mix tra danza, acrobazia ed arrampicata.

Fondamentale un’ attenzione accurata a tutti i sistemi di ancoraggio fissati alla struttura, al fine di garantire la sicurezza dell’artista sospeso a diversi metri.


 

Invece, nella giornata del 20 gennaio ha preso vita l’abbattimento  della grande struttura, smontata dagli stessi cittadini che l’avevano costruita.

In questo caso, ci si è trovati a lavorare a stretto contatto con il pubblico, dovendone gestire l’enorme quantità accorsa nella piazza.

Naturalmente questa circostanza esige il massimo dell’attenzione da parte di chi coordina l’evento ed , inoltre, richiede una approfondita strategia in materia di normativa sulla sicurezza pubblica.

Kick Agency: uno staff pronto ad affrontare qualsiasi sfida

Il Production Manager ha il compito di dirigere ogni tipo di operazione. Il suo operato inizia diversi giorni, a volte settimane prima, dell’evento vero e proprio.

In pratica, quello che il pubblico vede è solo la punta dell’iceberg: Kick Agency mette in pratica tutte le operazioni necessarie per la fase di pre-produzione.

Un attento studio delle caratteristiche della location, in questo caso anche analisi dell’assetto urbanistico del centro storico.

Anche il lavoro da dietro le quinte è fondamentale. Tecnici, fonici ed assistenti sono sempre attivi durante lo svolgimento delle performance.