Malika Ayane @ Auditorium Conciliazione – Roma 2015

3 novembre 2015

Lo stile unico e raffinato della cantante milanese realizza il sold out all’Auditorium Conciliazione di Roma.

La cantante milanese arriva a Roma per il suo “Naïf Tour” accompagnata da una super band di 11 musicisti e 4 ipnotizzanti ballerini. Le origini italo-marocchine dell’artista regalano nuovamente emozioni sul palco romano che vibra di una meravigliosa voce intensa e vellutata.

“Lo show di Roma ha visto la cantante fare il suo ingresso dalla platea indossando un mantello con cappuccio, stile pugile ma con ampie aperture ai lati, sulle note di Blu, accompagnata da un corpo di ballo particolare: quattro ballerini-coristi vestiti con tute grigie da inservienti come tutto il resto dell’orchestra.
La Malika più sbarazzina, apre le danze di una prima parte di concerto dedicata più che altro al nuovo disco, Naif, un album che piace molto al pubblico e continua a conservare i tratti caratteristici della cantante: sonorità originali ed esecuzione impeccabile.

Ha ragione Paola Turci, ospite d’eccezione del concerto del 3 novembre all’Auditorium della Conciliazione di Roma: “A Malika Ayane je se vo’ bene…”
Le ragioni sono diverse: il sentimento che sprigiona è un mix tra affetto, simpatia e ammirazione, un concentrato di dolcezza e raffinatezza che intenerisce e stupisce. Brava Malika, viene da dire alla fine di un suo concerto quando ti ritrovi a canticchiare per strada le sue canzoni (chiaramente molte ottave sotto…).

Il finale è coinvolgente, energico e struggente con le due hit Senza fare sul serio e Adesso e qui, il brano con cui Malika arrivò sul podio a Sanremo lo scorso anno. La platea, trascinata dalle note, prima si alza in piedi per tenere in tempo, poi si emoziona sulle note di quel “nostalgico presente” che regala a tutti un sospiro di speranza.”

Martina Vassallo per www.tuttorock.net

 

“Uno spettacolo dal respiro americano quello del Naïf Tour e una Liza Minnelli in fieri sul palco. Fa tappa il 3 novembre a Roma. Sold out. Buio in sala: un po’ folletto un po’ pixie, Malika Ayane, colori del bosco in autunno, cappuccio verde bosco, ali arancio kaki per maniche, pantaloni blu e body nero, in mezzo a quattro ballerini in tuta grigia, un po’ boscaioli un po’ no, saltando e ballando raggiunge il palco ed appunto “Blu” è il brano di apertura del concerto.

Un girandola rainbow estrae una incompresa ”Niente” non preferito dalla giuria popolare per partecipare a Sanremo 2013, ma interpretato magistralmente in versione straordinariamente jazz, nello stile Frank Sinatra. Il martello continua quindi a battere per mano del direttore di palco con “Sospesa” primo singolo del album Malika Ayane del 2008, arricchito nella stesura, dalla partecipazione di Pacifico. La martellata del bassista sceglie “Feeling better” secondo singolo del medesimo anno, svolta ed affermazione radiofonica dell’artista. L’ultima canzone affidata alla casualità è dovuta ad un altro ballerino. Dal 2013 “Il tempo non inganna” ancora una volta scritto a due mani da Malika Ayane e Pacifico. Luci rosse e un’interpretazione degna della grande artista che dimostra di saper essere.

Tutta paillettes e trasparenze, ancora tuta pantalone e “Non detto” segnano la ripresa della promozione di “Naïf”, quindi “Chiedimi se” e, preceduta dalla presentazione della squadra che l’accompagna sul palco, “Senza fare sul serio” decretata Canzone dell’estate 2015 al Coca-Cola Summer Festival con il Premio Rtl 102.5 – 2015, chiude il concerto. “Adesso e qui” terza a Sanremo 2015 e Premio della critica Mia Martini, ”Neve casomai” sotto una pioggia di luci rosse e “Come foglie” cantata dal pubblico con piccole correzioni di intonazione, di Malika Ayane sono il bis richiesto dall’ovazione della platea costretta a rimanere seduta dal contesto di spettacolo che è l’Auditorium della Conciliazione di Roma.”

Massimo Tucci per www.saltinaria.it

Foto

Erika Bussoletti per www.06live.com

Roma Oggi Notizie per www.romaogginotizie.it

-Powered by Kick Agency-

 

Cliente: The Base